Cronaca

Compagna all’ospedale, figlia denutrita e sotto choc: blitz dei carabinieri

di  redazione  -  29 Giugno 2020

 

SAN NICOLA LA STRADA. Un pomeriggio di terrore che potrebbe avere conseguenze pesanti per un straniero sulla quarantina. Nella serata di ieri i carabinieri hanno probabilmente chiuso il cerchio su una vicenda di degrado e violenze domestiche sulla quale sono in corso indagini da parte degli investigatori.

 

Lo scenario è quello del rione Acquaviva, al confine tra San Nicola e Caserta, dove vive una famiglia dell’Est Europa. L’allarme è scattato nel pomeriggio di ieri quando una donna sulla quarantina è finita al pronto soccorso dell’ospedale di Caserta con segni di violenza sul corpo.

 

La prima ipotesi presa in considerazione è stata quella di maltrattamenti avvenuti tra le mura domestiche e così i carabinieri si sono recati nell’abitazione dove hanno trovato la bimba in stato di choc e in stato di malnutrizione. La figlia è stata affidata ai servizi sociali, mentre i militari dell’Arma si sono diretti poi alla ricerca del padre per condurlo in caserma e fare definitivamente chiarezza su questa triste vicenda.