Skip to main content

Rampollo di famiglia di imprenditori fermato per droga, cade l’ultima misura

 

 

CAPODRISE. Torna libero Egidio Liciberto, 24enne rampollo di una nota famiglia di imprenditori, arrestato a fine settembre dai carabinieri della stazione di Marcianise nella sua abitazione di via Francesco Rao, in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 24enne del luogo.
Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Stadio ha fatto cadere anche l’ultima misura, quella dell’obbligo di firma, accogliendo l’istanza presentata dall’avvocato Giuseppe Foglia che già aveva ottenuto la revoca degli arresti domiciliari dopo quel blitz.
I militari dell’Arma all’esito di una perquisizione eseguita presso l’abitazione sequestrarono sostanza stupefacente del tipo “marijuana”  conservata all’interno di alcuni barattoli, per un peso complessivo di 10,50 grammi;  “ hashish” suddivisa in 33 dosi, per un peso complessivo di 66 grammi, nonché 3 piantine di  “marijuana” custodite all’interno di una serra.
Dopo l’arresto il gip convalidò il fermo, ma decise la liberazione del giovane che ora non ha più alcuna misura.