Skip to main content

Droga tra due valli: gli imputati tutti con il rito abbreviato

San Felice a Cancello/Maddaloni/Arpaia/Montesarchio. Droga tra due valli, dopo gli arresti dello scorso ottobre da parte della compagnia di Maddaloni oggi è cominciato il processo per gli imputati Gennaro Morgillo, Francesco Liberti, 30enne di Cancello Scalo, Luigi Floriano 36enne di Arpaia, Vincenzo Castagna 37ene di Maddaloni, Marianna Napolitano 34enne di Montesarchio e il ras Francesco Massaro, 35enne, attualmente detenuto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Il giudice per l’udienza preliminare è D’Angelo.

Nell’udienza è stato sancito che tutti gli imputati saranno giudicati con il rito abbreviato. Il processo è stato rinviato al giorno 11 febbraio, quando ci saranno la discussione del pm e quelli degli avvocati difensori  di Luigi Floriano e Francesco Liberti.

Le accuse sono detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, continuato e in concorso. Il provvedimento scaturisce dall’attività di indagine posta in essere, da marzo 2018 a febbraio 2019, dai militari del Nucleo Operativo della suddetta Compagnia che sono cosi riusciti a: ricostruire l’effettiva esistenza di un’intensa e articolata attività di spaccio di sostanze stupefacenti ad opera di numerosi soggetti locali, nei Comuni di Maddaloni  San Felice a Cancello, S. Maria a Vico, Montesarchio e Arpaia e  a individuare la zona di approvvigionamento in Caivano.

Nello specifico, durante l’ indagine, condotta anche con attività tecniche e con servizi di osservazione, controllo e pedinamento, sono stati eseguiti numerosi riscontri che hanno suffragato l’ipotesi investigativa, e segnatamente: – 8 arresti in flagranza; – 14 denunce in stato di liberta; accertamenti di oltre 600 episodi di cessione di sostanza stupefacente di vario tipo

Per essere informato in tempo reale segui la nostra pagina Facebook all'indirizzo facebook.com/edizionecaserta