Skip to main content

Biodigestore, ira su Marino: “Schiaffo al quartiere”

 

CASERTA. Caso biodigestore.

La nota di Del Rosso

Dopo aver letto l’ordine del giorno del Consiglio Comunale e la modalità di svolgimento da remoto, avevamo capito che l’amministrazione non intendeva in alcun modo discutere del Biodigestore. E’ così è stato! Dopo avere tentato di stracciare il regolamento comunale, la maggioranza, senza una seria e documentata motivazione, ha approvato una sospensiva proposta dal Sindaco, ovvero il rinvio dell’argomento ad altra seduta!

Ancora una volta il centrosinistra sfugge al confronto.

Grave in ogni caso, anche se prevedibile, l’assenza dell’assessore all’ambiente Mucherino.

Dai banchi dell’opposizione continueremo a chiedere il rispetto dei regolamenti e della città, così come insisteremo affinché il civico consesso si riunisca in presenza, magari presso strutture adeguate come il Teatro Comunale o il Belvedere di San Leucio.

Maurizio Del Rosso

 

BIODIGESTORE, SCHIAVO: “SILENZIO DI MARINO È SCHIAFFO AL QUARTIERE ACQUAVIVA”.

“L’atteggiamento del sindaco Marino e della sua Giunta nel corso della seduta di oggi è stato uno sgarbo ai consiglieri, ma soprattutto uno schiaffo al quartiere Acquaviva, da sempre abbandonato dall’Amministrazione comunale e illuso anche nell’ultima campagna elettorale. Questa è una lunga battaglia che combatto da anni accanto ai residenti anche nella mia qualità, in passato, di presidente del consiglio comunale di San Nicola la Strada. Non mi fermerò, così come non abbiamo intenzione di tollerare altre prese in giro. Indipendentemente dalle valutazioni della Regione Campania Marino revochi gli atti posti in essere, come annunciato a ottobre e in linea con quanto chiede la Città”. Così il consigliere comunale del gruppo Gianpiero Zinzi per Caserta, Fabio Schiavo.

Per essere informato in tempo reale segui la nostra pagina Facebook all'indirizzo facebook.com/edizionecaserta