Horizone UE, Grant (Gruppo ID): “Lotta al traffico dei beni culturali”

Caserta. “Il traffico di beni culturali è diventato una delle attività criminali più redditizie per i gruppi della criminalità organizzata e il boom del mercato dell’arte e dell’antichità sta creando nuovi modelli di business per la criminalità organizzata. Allo stesso tempo, il mercato dell’arte e dell’antiquariato è anche uno dei mercati meno regolamentati in Europa, caratterizzato da una mancanza di tracciabilità e prezzi speculativi degli oggetti, che lo rendono un luogo ideale anche per il riciclaggio di denaro, l’evasione fiscale, ecc”, spiega l’onorevole del Gruppo ID in Europa e coordinatore regionale della Lega in Campania, Valentino Grant, sottolineando che “sulla base dei risultati dei progetti conclusi di recente, il nesso tra terrorismo e criminalità grave e organizzata (compresa la cibernetica) merita di essere analizzato ulteriormente.

 

Il coinvolgimento nella criminalità grave e organizzata può anche consentire ai terroristi di generare fondi per finanziare attività legate al terrorismo, come nel caso del traffico di beni culturali. E’ fondamentale quindi contribuire alla sicurezza e raggiungere tale obiettivo mettendo in campo tutte le opportunità e gli strumenti messi a disposizione dell’UE”.

 

Clicca qui per tutte le info del programma Horizone Europa su lotta alla criminalità organizzata.