Città esclusa dai fondi, stoccate della Belfiore a Negro e al vicesindaco Fattopace junior

Capodrise. In una nota stampa sulla sua pagina facebook la candidata a sindaco di Alleanza per Capodrise, Maria Belfiore interviene sul bando “Sport e Periferie”, dal quale Capodrise è out.

Queste le parole della preside:

E poi Enzo Negro parla di riqualificare il campo sportivo!

È stata pubblicata la graduatoria dei Comuni che riceveranno i fondi del bando “Sport e Periferie” della Presidenza del Consiglio dei ministri: 14 milioni di euro per finanziare interventi di riqualificazione delle strutture sportive. Tra i beneficiari, ci sono San Marco Evangelista, Grazzanise, Santa Maria Capua Vetere, Cervino, Raviscanina e Riardo; ognuno riceverà 700mila euro. Capodrise non c’è! Chi ci ha governato finora, con uno stadio ridotto a un campo di patate, ricettacolo di rifiuti speciali e ingombranti, ha deciso (?) di non partecipare. Preferiscono fare promesse e spendere i soldi dei cittadini, piuttosto che tentare di intercettare risorse pubbliche. E pensare che, lo scorso settembre, l’opposizione li avvertì che il bando era in scadenza; l’assessora Luisa D’Angela, piccata, assicurò «che gli uffici stavano già predisponendo gli atti», salvo, poi, scoprire stamattina dal vicesindaco Tommaso Fattopace che «qualcosa è andato storto. Non so cosa», la Pec cinica e bara che ce l’ha con il Comune. Insomma, la solita storia!

Sia chiaro, la notizia dei 700mila euro sfumati per lo sport non mi rallegra; sarebbero stati soldi per la comunità, ma è sintomatica di una situazione che dura da dieci anni, ormai. La nostra città ha il diritto di avere un impianto sportivo all’altezza delle sue aspettative; e strade di buonsenso che non pesino sulle casse dei contribuenti e che garantiscano il coinvolgimento delle associazioni locali e servizi efficienti ci sono. Trasformeremo Capodrise da Comune delle occasioni sprecate a macchina efficiente che saprà attrarre finanziamenti pubblici regionali, nazionali ed europei.