L’ultima bracciata verso il Paradiso: l’addio a Fabio, nuotatore portato via dal virus

 

CASERTA. L’ultima bracciata. Verso un mare calmo, placido e azzurro. Come il Paradiso. Fabio Zanolini percorrerà oggi l’ultimo tratto della vita terrena per raggiungere la pace eterna, lontana dalle ansie di un mondo devastato da un anno e mezzo di pandemia.

Fabio è una delle vittime più giovani e davvero più sorprendenti di questo maledetto virus che non risparmia proprio nessun. Sportivo da sempre, 48 anni, era istruttore di nuoto allo Stadio del Nuoto di via Laviano: durante questo periodo di chiusura degli impianti ha praticato altri sport, come la corsa, non fermandosi mai.

Insomma l’ultima persona che ti aspetteresti piegata dal Coronavirus. E invece ieri il 48enne ha perso la sua battaglia al Covid Hospital di Maddaloni. Centinaia i messaggi che in queste ore sono comparsi su gruppi e profili, corredati di foto con i ricordi dei momenti più belli in vasca.

Momenti che scorrono ora come pellicola davanti agli occhi di quanti oggi pomeriggio alle 16 si recheranno alla chiesa del Buon Pastore di Caserta per l’ultimo saluto.