Inchiesta Pineta Grande, 36 verso il processo con l’ordinario

 

CASTEL VOLTURNO. Andranno a processo con rito ordinario i 36 indagati nell’inchiesta sull’ampliamento della clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Ieri si è tenuta la parte conclusiva della lunghissima udienza preliminare dopo la quale ci saranno gli eventuali rinvii a giudizio e comincerà il processo.

 

Nessun abbreviato, dibattimento in versione normale per tutti dunque in attesa della prossima udienza fissata tra un mese. In quella circostanza il pm farà le proprie richieste nei confronti dei 36. Tra gli imputati Vincenzo Schiavone, proprietario della clinica “Pineta Grande” di Castel Volturno e di altre cliniche sparse per la regione, e funzionari della Regione Campania tuttora in carica, come Antonio Postiglione (dirigente del settore sanita’), Antonio Podda e Arturo Romano, il presidente di Aiop Campania (Associazione Italiana Ospedalita’ Privata) Sergio Crispino, l’ex sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo con parte della sua giunta e alcuni ex consiglieri comunali, l’ex direttore generale dell’Asl di Caserta Mario De Biasio con cinque dipendenti, l’ex Sovrintendente di Caserta e Benevento Salvatore Buonomo e il funzionario Giuseppe Schiavone.

 

Nel collegio difensivo compaiono, tra gli altri, gli avvocati Giuseppe Stellato, Claudio Sgambato e Felice Belluomo.