Incarichi staff al Consorzio Idrico: in 29 rinviati a giudizio

Caserta. Incarichi di staff al Consorzio Idrico di Caserta. Ben 29 le persone rinviate a giudizio nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere.

La prima udienza davanti al giudice Dello Stritto si terrà il 4 gennaio 2020, prima sezione collegio B.

L’accusa principale è abuso d’ufficio, una vicenda che quando venne fuori fece grande scalpore.

Questi i nomi, Pasquale Di Biasio, attuale presidente del CDA, con lui anche Raffaele Carmine Palmieri (San Felice a Cancello), Franco Cervo (Aversa), Felice Del Monaco (Maddaloni), Carlo Sorrentino (Caserta), Angelo Garofalo (Villa Literno), Antonio Siero (San Prisco), Giuseppe Farbo, 68enne di Maddaloni, Maria Rosaria Campochiaro, 38enne di Aversa, Lucio Russo, 61enne di Nola, Antonio Rosario Mastrogiacomo, 65enne di Caserta, Cesare Cuccaro, 4oenne di Pignataro Maggiore, Angelo Chianese, 39enne di Casandrino, Maria Ciccarelli, 44enne di Caserta, Antonio De Lucia, 36enne di Maddaloni, Gabriella De Franciscis, 46enne di Caserta, Corrado Freddino, 44enne di Falciano del Massico, Giovanni Renzullo, 46enne di Marcianise, Biagio Lunato, 40enne di Macerata Campania, Veronica Valentino, 36enne di San Felice a Cancello, Alessandro D’Addio, 54enne di San Felice a Cancello, Enzo Ciotta, 50enne di Caserta, Raffaele Dell’Anno, 36enne di Valle di Maddaloni, Ivana Cristiano, 38enne di Trentola Ducenta, Pier Angelo Consoli, 40enne di Francolise, Vincenzo Rossini, 63enne di San Felice a Cancello, Maria Grazia Peluso, 49enne di Caserta, Tammaro Ucciero 30enne di Villa Literno, Nicola Ucciero 30enne di Villa Literno.