Agenti bloccano pregiudicato dopo inseguimento ma lui è positivo e vengono contagiati

 

MARCIANISE. E’ costato molto caro l’inseguimento portato a termine brillantemente l’altra sera da agenti del commissariato e vigili urbani a Marcianise: un mini focolaio è infatti divampato a causa di quell’operazione con contagi purtroppo anche tra le forze dell’ordine.

 

Tutto comincia quando gli agenti del commissariato si pongono all’inseguimento di una Fiat Panda risultata rubata poco prima a Caivano. Il fuggitivo provava, infatti, a scappare tra le strade periferiche di Marcianise e i poliziotti chiedono supporto agli uomini della polizia municipale. Le volanti riuscivano a bloccare la Panda, proveniente dal rione Macello, all’altezza della stazione ferroviaria.

 

L’uomo veniva identificato e denunciato ma successivamente si scopriva la sua positività al Covid. A quel punto i quattro agenti venuti in contatto con lui sono stati sottoposti al tampone che ha attestato la presenza di ulteriori contagi, dovuti quasi certamente proprio al contatto con il pregiudicato risultato poi positivo (dal quale sono intercorsi già cinque giorni). Il tutto nonostante i dispositivi di protezione individuale. A questo punto oltre all’isolamento domiciliare per gli agenti contagiati scatteranno altri tamponi di controllo sui colleghi.