Lavori in corso e senso di marcia alternato tra buche e vibrazioni: frazione nel caos

Recale. Frazione Musicile completamente nel caos, a soffrire maggiormente per i disagi è la parte del territorio che appartiene a Recale, quella subito dopo il ponticello.

Il tutto a causa di alcuni lavori di una ditta che opera per conto dell’Enel.

Da qui arriva l’appello dei residenti che si sentono abbandonati, ecco cosa ci raccontano:

“Viviamo in uno stato di disagio, stamattina sono iniziati di nuovo i lavori, in via Ponteselice, si va avanti col senso alternato.
Il flusso dei veicoli è costante e ci sono litigi continui tra gli automobilisti per quanto riguarda la precedenza.
Viviamo da circa un mese tra la polvere,  sassi, macchine che suonano in continuazione. Non si può più vivere
Da quando sono iniziati i lavori non si è visto un vigile.
Proprio ad ora di pranzo è dovuto intervenire un autista che, mostrando il tesserino da poliziotto ha fermato le macchine provenienti dal senso opposto di marcia nonostante avessero il segnale rosso del semaforo”. 

 

L’inizio

 

I lavori erano iniziati prima di Natale, avevano solo rotto l’asfalto e nelle ultime ore sono ripresi.

La rabbia è tanta: “Senza considerare le buche che hanno creato, qua passano numerosi mezzi pesanti che fanno vibrare le abitazioni.

I giorni scorsi sono stati un tormento, l’acqua piovana riempiva le buche e quando le macchine passavano ci bagnavano
Non potevamo uscire nemmeno dalle nostre abitazioni”.
Facciamo quindi un appello al sindaco Raffaele Porfidia a fare qualcosa, per altro questa è una zona molto cara a qualche esponente di spicco della maggioranza, quindi ci aspettiamo dei provvedimenti.