Il Sindaco proroga chiusura delle scuole: “pericolosa un’eventuale apertura”  

Calvi Risorta. Prorogata la sospensione dell’attività didattica in presenza per le scuole del territorio comunale di Calvi Risorta che continueranno, invece, a svolgere lezioni attraverso la didattica a distanza.

Le scuole resteranno quindi chiuse fino al termine previsto per la zona rossa in Campania, ossia fino al 3 dicembre.

Una decisione, quella del Sindaco Giovanni Lombardi, maturata a seguito dell’incremento dei contagi registrati in paese. Sono attualmente, infatti, 130 gli attuali positivi al Covid-19.

Probabilmente, la possibilità di riapertura graduale delle scuole (dapprima infanzia e prima elementare) prevista dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a partire dal 24 novembre, slitterà.

Ma, mentre si attende la decisione regionale, il primo cittadino Lombardi ha anticipato la questione firmando ieri l’ordinanza in merito e ha aggiunto:

Con l’Ordinanza n. 44 del 20.11.2020 a firma del Sindaco del Comune di Calvi Risorta, è obbligatoria la chiusura di ogni scuola di qualunque ordine e grado sia pubblica che privata fino al 3.12.2020.

Fino ad allora si procederà con la didattica a distanza per tutti (anche per gli alunni con disabilità).

Il provvedimento è stato adottato alla luce dei numerosi casi di positività sia locali che regionali e delle numerosissime preoccupazioni rappresentate dalle famiglie e dai docenti.

A tal proposito, mi è pervenuta una nota a firma del Presidente del Consiglio d’Istituto Antonio Ferraro che evidenza, appunto, tale situazione di allarme.

Ho sempre ritenuto che la scuola rappresenti una delle istituzioni più importanti ma, in una condizione come questa, trovo estremamente pericolosa un’eventuale apertura.

Da Sindaco e da medico, ritengo che, in un momento come questo, la tutela della salute pubblica sia l’aspetto più importante da salvaguardare》.